Dal Mondo

Col discorso di Renzi al Parlamento Europeo parte il semestre italiano

Col discorso di Renzi al Parlamento Europeo parte il semestre italiano
Redazione

Si è chiuso da pochi minuti il primo, più importante discorso del premier italiano Matteo Renzi, di fronte al Parlamento Europeo di Bruxelles e tutti suoi rappresentanti.
L’occasione era di quelle storiche. Dopo i numerosi incontri avuti con i primi ministri dei maggiori stati europei che fanno parte dell’Unione, Renzi ha aperto ufficialmente il semestre a guida italiana con un discorso che, come suo solito, ha puntato più sull’emotività e il coinvolgimento piuttosto che sui contenuti in senso stretto.

Un discorso molto teorico e poco pratico insomma. Nessuno o pochi riferimenti al sistema finanziario internazionale, cosìccome al terribile problema dell’immigrazione “liquidato” in poche  battute, dall’omissione della questione dei Marò fino alla piaga della disoccupazione giovanile e non, ma molti riferimenti alla crescita economica e commerciale e al linguaggio tecnologico tipico dei giovani.

Molti i riferimenti ai periodi di splendore delle epoche classiche, citazioni storiche tra le antiche civiltà romana e greca, una volta padrone indiscusse dell’Europa ed oggi relegate a ruolo di non protagoniste, e altri riferimenti a un passato recente ai limiti del disastroso che non deve più interessare.

Un discorso tutto improntato al futuro, alla già ribattezzata “generazione Telemaco” e soprattutto alla crescita quello di Renzi che ha dimostrato di poter ammaliare, con la sua retorica sempre coinvolgente e spigliata, anche un ampio pubblico europeo, forte della legittimazione incredibile delle urne. Poco meno di mezz’ora per toccare alcuni punti, ma in maniera piuttosto vaga, senza mai scendere nel cuore delle problematiche (e sono molte) che oggi affliggono l’UE in maniera ormai insostenibile.

Al termine della presentazione affidata al primo ministro italiano si sono susseguiti gli interventi dei rappresentanti di tutti i gruppi presenti nel parlamento europeo a cui tocca un periodo fondamentale considerando anche la presenza sempre più cospicua di partiti e movimenti apertamente anti-europeisti o euro-scettici che non hanno esitato nel presentare immediatamente i propri dubbi sulla presentazione di Renzi in aula.

renzi-europa

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal Mondo

Altro in Dal Mondo