Dal Mondo

Cipro: giornata decisiva per il prelievo forzoso sui conti bancari

Cipro: giornata decisiva per il prelievo forzoso sui conti bancari
Fulvio Guerci

Dopo la “minaccia” per i correntisti ciprioti e per quelli esteri che a Cipro hanno messo parte dei loro soldi di un prelievo forzato sui depositi bancari anche al di sotto dei 20 mila euro, il Parlamento dell’isola, la Troika, non ha avuto in numeri per mettere in pratica l’ordinanza giunta direttamente dall’Unione Europea.

Dal Consiglio Europeo è stato infatti lanciato un chiare allarme: Cipro deve coprire almeno parte dei 17 miliardi di euro previsti nel piano di salvataggio delle finanze del paese e perciò ha bisogno di liquidità immediata, che solo un prelievo di questo tipo può garantire in tempi brevi. La decisione dell’UE, come facilmente prevedibile, ha creato malumore e soprattutto preoccupazione tra tutte le persone che possiedono un conto corrente presso le banche dello stato cipriota.

La supertassa sui conti bancari ha già fatto imbufalire la popolazione, ma gravi ripercussioni si sono avute in questi giorni nelle Borse finanziarie di tutto il mondo intimorite da un ormai sempre più paventato “effetto domino”. A tal proposito da Bruxelles hanno garantito che il provvedimento sarà imposto solamente all’isola di Cipro e a nessun altro stato membro dell’Unione. Le acque internazionali si sono così temporaneamente calmate.

In ogni caso il Parlamento cipriota è al lavoro per riveder i termini del prelievo e sembra orientato ad escludere tutti i conti correnti che ammontano a meno di 20 mila euro, colpendo duramente sia quelli compresi tra i 20 e 100 mila euro (tassa del 6,75%), ma soprattutto quelli oltre i 100 mila euro con una tassa prevista del 9,95. Oggi verrà votato l’emendamento che, in caso di attuazione, creerà non poche ripercussioni economiche per il piccolo Stato mediterraneo. I correntisti esteri, tra cui molti russi, saranno spinti a chiudere per sempre con Cipro.

E mentre la gente in questi giorni ha cercato in ogni modo di prelevare agli sportelli automatici ingenti somme di denaro tali da permettergli di non rientrare nelle fasce di tassazione forzata, le filiali delle banche riapriranno solo domani dopo alcuni giorni di chiusura straordinaria.

cipro-banche

 

 

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal Mondo

Altro in Dal Mondo