Calcio

Champions League: scatta l’ora di Monaco e Juventus 

Champions League: scatta l’ora di Monaco e Juventus 
Pietro Gagliardi

Alla vigilia della partenza della Juventus per il Principato di Monaco, dove al Louis II si giocherà il ritorno dei quarti di Champions League, a Vinovo si era diffusa la voce di un problema per Vidal, affetto da una forma di tonsillite, problema che è stato poi riportato al minimo visto che Vidal si è allenato martedì e quindi sarà disponibile per la partita contro il Monaco, anche se Allegri non ha intenzione di annunciare la formazione che scenderà in campo mercoledì sera.

Formazione che comunque appare abbastanza scontata con la conferma degli undici che hanno iniziato anche la gara di Torino, ed il 4 – 3 – 1 – 2 come schema tattico. In alternativa il 3-5-2 già visto nel finale della gara di andata, con Barzagli dentro in difesa e Pereyra in panchina, oppure Vidal, nel caso il cileno avesse una ricaduta e non potesse essere della gara. In entrambi i casi Allegri punta a ripetere la partita del turno precedente a Dortmund, quando la sua Juventus seppe prendere alla sprovvista gli avversari che dovevano comunque attaccare come sarà costretta a fare la formazione di Jardim dopo l’1-0 dello Stadium.

Il Monaco comunque appare intenzionato a rendere la vita difficile ai campioni d’Italia, ed i bianconeri dovranno tenere botta soprattutto nella prima parte di gara, aspettando che i francesi si scoprano per colpire con la velocità di Morata e Tevez. Per questo è importantissima la conferma nell’undici di partenza di Pirlo, il vero “cervello” del centrocampo di Allegri, capace di dispensare ottime giocate sia nel fraseggio che nei lanci lunghi, oltre ad essere un’arma quasi letale nei calci di punizione nei pressi dell’area di rigore. Jardim dal canto suo ha analizzato a fondo con i suoi collaboratori i video delle gare giocate dalla Juventus alla ricerca di eventuali punti deboli da sfruttare.

Il tecnico del Monaco schiererà una formazione offensiva con un 4-3-3 dove di punta oltre a Dirar e Martial ci sarà anche il bulgaro Berbatov, che a Torino era subentrato nel corso del secondo tempo, risultando anche abbastanza pericoloso. Della difesa francese farà parte anche in questo caso l’italiano Raggi, in linea con Fabinho, Kurzawa ed Abdennour, davanti a Subasic. I tre di centrocampo del Monaco saranno invece la stellina Kondogbia, Moutinho e Bernardo Silva. La Juventus in questa sua avventura monegasca sarà seguita da un gran numero di tifosi.

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Calcio