Capri: radiologa trovata morta a casa in una pozza di sangue

Capri: radiologa trovata morta a casa in una pozza di sangue
Fulvio Guerci

Il corpo di Anna Francesca Scarpati, una radiologa di 52 anni, è stato rinvenuto privo di vita presso un appartamento nel centro di Capri in via Camerelle. Il ritrovamento sarebbe avvenuto presso l’abitazione della donna ad opera del suo compagno o ex che ha provveduto ad allertare la polizia. L’abitazione, che era la seconda casa della donna, è ubicata in una delle vie note per i negozi delle grandi marche e per lo shopping nella terra dei faraglioni.

Dopo l’intervento dei militari l’uomo, un cinquantenne di Napoli forse convivente della Scarpati, è stato condotto al commissariato locale per essere interrogato dalla polizia. Il napoletano ha raccontato di aver scoperto il cadavere della donna disteso sul suo letto con intorno vistose macchie di sangue al suo rientro a casa, e di essersi subito messo in contatto col 118, allertando la polizia municipale che è prontamente accorsa sul posto. A poche ore dall’avvenimento sono ovviamente ancora tutte da accertare le cause del decesso che potrebbero essere dovute a una caduta accidentale, o ad un altra fatalità, anche se non si scarta l’ipotesi di omicidio.
Gli inquirenti starebbero ancora interrogando l’uomo, vagliando tutte le ipotesi plausibili nel tentativo di ricostruire la dinamica dell’accaduto. Sul posto interverrà presto la polizia scientifica per effettuare i dovuti accertamenti. Anna, originaria di Napoli, visitava spesso l’isola, ma nessuno degli abitanti la conosceva bene. La notizia della sua morte é stata accolta dagli isolani con sconcerto e stupore.
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in