Dal Mondo

Brasile: proteste anti-Mondiali e scontri in molte città

Brasile: proteste anti-Mondiali e scontri in molte città
Redazione

Si riaccendono le proteste in Brasile, ad un mese dall’inizio dei Mondiali. Dopo quelle avvenute lo scorso anno in occasione della Confederation Cup, a seguito della maggiorazione del prezzo dei ticket per i trasporti pubblici. Stavolta la rivolta non è stata delle medesime proporzioni, anche se ha interessato migliaia di persone in diverse città del paese.

Il protestanti si scagliano contro la Fifa, contro le ingenti spese per gli stadi in una nazione carente di strutture e servizi sociali. Rimarcano il loro disappunto a fronte degli operai morti durante la costruzione degli impianti sportivi e il loro dissenso per le attenzioni dedicate alla manifestazione. “Non vogliamo la coppa, vogliamo la casa” è uno dei tanti slogan che hanno spopolato negli ultimi giorni.

La protesta è degenerata in alcune città, come a San Paolo, in cui alcuni Black-block hanno sfogato la loro violenza scagliandosi contro le vetrine dei negozi, frantumandole e saccheggiandoli senza porsi alcuno scrupolo. Disordini anche nelle vicinanze dello Stadio Itaquerao, sede della partita inaugurale prevista per il 12 Giugno. Un nutrito gruppo di sostenitori del Corinthians ha dato fuoco a dei pneumatici, lanciando pietre e fumogeni contro le forze dell’ordine accorse sul posto. La polizia dal canto suo ha risposto con dei lacrimogeni, sebbene il bollettino medico dei tafferugli non presenti particolari conseguenze.

Un solo ferito – lieve – tra gli agenti, più due fotografi ed un manifestante contusi. In compenso sono stati arrestati circa una decina di supporters perché trovati in possesso di ordigni rudimentali e martelli. La presidente Dilma Rousseff ha subito lanciato un appello alla cittadinanza, predicando l’ospitalità nei confronti dei visitatori stranieri che affolleranno le strade brasiliane nel prossimo mese. Il rischio di eventuali disordini resta comunque alto.

brasile-mondiali

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal Mondo

Altro in Dal Mondo