Politica

Battiato senza freni: “In Parlamento troie che farebbero tutto”

Battiato senza freni: “In Parlamento troie che farebbero tutto”
Fulvio Guerci

Franco Battiato, assessore alla cultura e al turismo della regione Sicilia, non ha usato parole tenere nei confronti delle donne che siedono e che hanno occupato i posti nel Parlamento italiano.

Intervenuto presso il Parlamento europeo di Bruxelles, Battiato non ha usato mezze misure nel catalogare quale tipo di personaggi femminili vi siano nei palazzi della politica romana. “Ci sono troie in giro in Parlamento che farebbero di tutto, dovrebbero aprire un casino” – ha tuonato il cantautore oggi impegnato nel rilancio della regione Sicilia con la Giunta mista nominata dal governatore Crocetta.

Battiato, che si trovava in Belgio per discutere del tema “Nuovi percorsi fra turismo e cultura in Sicilia” ha colto l’occasione per affrontare la situazione italiana; il musicista, che mai ha nascosto il suo sdegno verso le istituzioni che sin qui hanno governato il paese, ha attaccato con una frase tutt’altro che diplomatica. E’ scontato dire che le parole pronunciata dall’assessore abbiano creato immediatamente stupore e sdegno nel mondo politico del gentil sesso.

A far partire il coro di indignazione è il neo presidente della Camera Laura Boldrin che in una nota ufficiale ha dichiarato “Stento a credere che un uomo di cultura come Franco Battiato, peraltro impegnato ora in un’esperienza di governo in una Regione importante come la Sicilia, possa aver pronunciato parole tanto volgari” per poi respingere l’insulto dell’assessore: “Respingo nel modo più fermo l’insulto che da lui arriva alla dignità del Parlamento”.

Ad unirsi a lei in modo trasversale è la deputata pidiellina Daniela Santanchè che su Twitter ha postato “Che triste vedere Battiato perdere il centro di gravità permanente”.

franco-battiato

 

 

 

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Politica