Arte

“Basta con gli artisti stranieri” e distrugge il vaso di Ai Weiwei

“Basta con gli artisti stranieri” e distrugge il vaso di Ai Weiwei
Redazione
Grande perdita per il Pirez Museum di Miami, in Florida, dove il cinquantunenne Maximo Caminero, artista, ha mandato in frantumi uno dei vasi antichissimi dipinti dal cinese Ai Weiwei, artista noto anche per il suo dissenso nei confronti del governo di Pechino.

I custodi del museo, che sono intervenuti non appena si sono accorti che l’uomo aveva preso in mano l’opera, non sono riusciti ad evitare la distruzione del vaso. L’uomo, secondo quanto dichiarato da lui stesso, ha inteso in questo modo far sentire la propria voce contro il Pirez Museum, colpevole di acquistare solo opere d’arte realizzate da artisti stranieri.

Caminero ha così privato il museo di un pezzo davvero molto antico, che faceva parte di una serie di vasi realizzati ai tempi degli Han, una dinastia che regnò in Cina nel corso del primo ventennio del 200 dopo Cristo. Il vaso era stato poi impreziosito dal tocco di Ai Weiwei, che lo aveva dipinto con colori vivi e aveva rinominato la collezione, chiamandola “Coloured Vases“. L’opera distrutta aveva un valore di circa un milione di dollari.

Davvero inspiegabile, comunque, pare l’accanimento di Caminero su una delle opere del dissidente cinese, dato che è stato l’uomo stesso a dichiarare di essere un grande estimatore dell’arte di Ai Weiwei, alla quale si è anche spesso ispirato. Caminero, però, forse dopo aver realizzato che per lui potrebbero aprirsi le porte del carcere, ha fatto dietrofront, negando di aver voluto protestare: “Ero lì e ho visto quelle foto in cui Ai rompeva un vaso prezioso, ci ho letto una forte provocazione intellettuale e ho voluto replicare la performance di protesta”.

Messo al corrente dell’accaduto, Ai Weiwei ha condannato il gesto, soprattutto perché compiuto da un artista. “È stato un artista, allora non va bene”: questo è stato il suo lapidario commento.

ai_weiwei

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arte

Altro in Arte