Attualità

Balotelli contro tutti: “Vergognatevi” rivolto agli italiani

Balotelli contro tutti: “Vergognatevi” rivolto agli italiani
Redazione

Era solo questione di tempo: da quando l’Italia è stata sconfitta dall’Uruguay, abbandonando i Mondiali brasiliani, la pioggia di polemiche, accuse e presunti colpevoli ha invaso telegiornali, siti internet, carta stampata e le discussioni di tutti i bar della Penisola.

Tra schemi sbagliati, preparazione inadeguata, scelte impopolari e qualsiasi altro possibile capo d’accusa nei confronti della Nazionale, Mario Balotelli è sicuramente stato uno dei bersagli preferiti. Conoscendo il carattere non propriamente accomodante dell’attaccante del Milan, quindi, una risposta per le rime era nell’aria. E, puntuale, è arrivata, sfruttando, come d’abitudine i social network Instagram e Twitter.

Uno, fondamentalmente, il tasto sul quale il numero 9 azzurro insiste: ovvero il fatto di non aver scelto di essere italiano, ma di essere nato in Italia, aver sempre vissuto qui e aver sempre dato tutto per i colori della Nazionale. Balotelli ribadisce quanto tenesse alla competizione iridata e come, dal suo personale punto di vista, lui non abbia sbagliato nulla, almeno – sottolinea – a livello caratteriale.

La coscienza dell’uomo più discusso del calcio italiano, insomma, è assolutamente a posto e, per questo, Mario non ci sta a diventare il capro espiatorio di una sconfitta che coinvolge in uguale misura tutti i protagonisti.
Ancora più diretto il finale del messaggio, che sottolinea come “gli africani non scaricherebbero mai un loro fratello”, gridando tutto il suo disappunto contro le “critiche vergognose” piovutegli addosso e affermando che, in questo, i “negri” – parola usata sottolineando come sia la stessa rivolta a lui con disprezzo –siano molto più avanti su tutti quelli che si dicono “italiani veri”.
Insomma, non sono passate nemmeno 24 ore dalla sconfitta, ma la polemica infuria più che mai e pare destinata a non placarsi tanto presto.

mario-balotelli

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità