Cronaca

Arrestato Carmine Schiavone, figlio del boss di camorra “Sandokan”

Arrestato Carmine Schiavone, figlio del boss di camorra “Sandokan”
Fulvio Guerci

Figlio di Francesco “Sandokan” Schiavone, boss assoluto del clan camorristico dei “Casalesi” (organizzazione che deve il suo nome dal luogo di origine Casal di Principe), Carmine Schiavone è stato arrestato questa notte dai carabinieri campani nel centro abitato di Aversa.

Soprannominato ”Carminotto o Staffone”, Carmine è il quarto figlio del potente boss che si trova tutt’ora in carcere per scontare con il 41 bis (carcere duro) un ergastolo per crimini tipici dell’associazione di tipo mafioso. Il mandato di cattura, emesso dalla magistratura napoletana, è stato eseguito dai militari con un’azione degna di un film.

Per agguantare il ricercato, accusato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, i Carabinieri di Casal di Principe hanno dapprima seguito in incognita i movimenti dell’erede di Sandokan fin dentro un locale notturno di Aversa per poi braccarlo solo dopo un lungo inseguimento in auto conclusosi dopo circa mezz’ora sempre all’interno del comune di Aversa.

“Carminotto”, che era solito frequentare i locali notturni del napoletano, si trovava in compagnia del proprietario del club e di altre due persone e in tasca portava con sè 8 mila euro in contanti, la cui provenienza è ancora da certificare. Al compimento dell’arresto Schiavone, che non portava alcuna arma, rivolgendosi ai Carbinieri, avrebbe detto “Siete stati bravi”. Da sottolineare il fatto che, a differenza dei suoi fratelli Emanuele, Nicola e Ivanhoe, tutti già arrestati in passato, Carmelo era sino ad oggi incensurato.

 

 

 

Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altro in Cronaca