Attualità

80 anni di Yoko Ono, la giapponese che ha cambiato Lennon e i Beatles

80 anni di Yoko Ono, la giapponese che ha cambiato Lennon e i Beatles
Redazione
yoko-ono

Yoko Ono la donna che cambiò i Beatles

 

Moglie del defunto John Lennon, ha festeggiato i suoi primi 80 anni. L’ha fatto in Germania al teatro Volksbuhne di Berlino dove, in occasione di un concerto-evento organizzato per lei dal figlio Sean, la donna che nel 1966 ha cambiato la storia dei Beatles ha spento 80 candeline.

Yoko Ono è il personaggio che fa da spartiacque nella storia dei Beatles. Il suo incontro con John Lennon è datato 9 novembre 1966. I due artisti si conobbero infatti poco più di 46 anni fa all’Indica Gallery di Londra. E da quel momento John Lennon (ed i Beatles) non sono stati più gli stessi. L’artista giapponese infatti ha influenzato notevolmente il leader dei Beatles, portandolo a percorrere una via più politica nella sua musica.
Vista la sua storia e la sua influenza su Lennon, sono molti i Fan dei Beatles che vedono in Yoko Ono la causa della fine dei Beatles. La sua presenza è molto ingombrante all’interno dei Fab Four, ed infatti in molti l’hanno accusata di aver usato Lennon ed i Beatles come trampolino di lancio per pubblicizzarsi nel mondo musicale.Per festeggiare il compleanno il figlio di Yoko Ono ha scelto Berlino, la città che l’artista giapponese ama di più al Mondo. Per l’occasione Sean ha messo in piedi una nuova versione della Plastic Ono Band, il gruppo fondato nel 1968 dalla stessa Yoko e da John Lennon. Non si trattava di un vero e proprio gruppo musicale, in quanto gli interpreti principali erano John Lennon e Yoko Ono a cui si aggiungevano di volta in volta artisti diversi che si trovavano a suonare con loro.Per l’occasione la Plastic Ono Band ha visto la presenza alla chitarra del musicista statunitense Nels Cline, accompagnato dalla polistrumentista Yuka Honda. Tra gli ospiti della serata erano presenti molte celebrità del mondo musicale internazionale, tra cui John Michael Stipe (leader dei REM) ed i fratelli Rufus e Marta Wainwright.
Ad un certo punto della serata si è alzato in favore di Yoko Ono un coro di Buon Compleanno cantato sia in inglese che in tedesco. Poi Yoko ha preso il microfono e si esibita cantando alcuni brani, tra i quali l’inno pacifista Give Peace A Chance. Auguri Yoko Ono.
Commenta la notizia

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Altro in Attualità